Il mercato storico di Baku Azerbaijan

Il mercato è una delle tappe obbligate di ogni mio viaggio. Il mercato di Baku, nella  città vecchia, è qualcosa di mai visto.

Il mio hotel è proprio nella città vecchia. Baku mi piace ogni giorno di più. Cosa c’è da vedere nella Baku vecchia? Dopo la colazione sulla terrazza del mio hotel scendo e costeggio le mura della città vecchia. Subito mi imbatto in un mercato, il taza bazar. E’ incredibile.

Spezie, erbe aromatiche e profumi. Sembra che le bancarelle di souvenir, tutti uguali e portavoci di quell’unificazione mondiale triste e squallida, non trovino posto tra gli azeri. Non come in altre città perlomeno.

 

Mi viene difficile immaginare dove poter usare tutte queste erbe aromatiche e ho paura a dover superare il confine con un pacco di questo tipo. Sono queste le situazioni nelle quali rimpiango di non sapere la lingua azera. Mi piacerebbe molto chiedere alle persone e saperne di più sulla loro cucina e tradizioni.

Continuo il mio cammino e, come era successo in Georgia con il pane Shoti, anche qui mi imbatto in una donna che, con fare sapiente, cucina un pane sottile tipo lavash. E’ condito con erbe o altro. Il profumo è davvero incredibile e seppure io abbia fatto colazione da poco decido di provarlo. Lei in pochissimi minuti stende la sfoglia e mette il pane in cottura. Me lo consegna caldo in un pacchettino di carta. Un sapore unico.

In strada a Baku si cucina un pane aromatico molto speciale

 

Ed eccomi felice con il mio souvenir gastronomico, rigorosamente vegetariano, da gustare prima di pranzo.