Lo sport in viaggio. Come tenersi allenati?

Viaggiare e fare sport a volte non coincidono. Come è possibile perdersi nel mondo e mantenersi in allenamento?

Amo viaggiare per lunghi periodi e amo lo sport. Ci sono sport che non si possono sospendere senza avere poi gravi ripercussioni sui risultati oltre che provare grande sofferenza nel non poterli praticare. Sto parlando, ad esempio, della corsa o della palestra. Come è possibile viaggiare per lunghi periodi se siete degli sportivi irriducibili?
La palestra è il primo mio cruccio. Non sono un fanatico e non passo in palestra quattro ore al giorno. Due o tre volte alla settimana, regolarmente, ci vado con piacere. Ogni volta che mi sono trovato in viaggio ho sempre mantenuto il mio hobby. Come ? Ho sempre cercato le palestre che praticassero l’abbonamento di una volta. Vai, compili la scheda e via. Ci si può allenare. In questo modo mi sono allenato in Georgia, Armenia, Russia, Ucraina, Repubblica ceca, Slovacchia, Polonia eccetera eccetera.

Del resto nel mio bagaglio non mancano mai dei pantaloncini sportivi (occupano poco spazio, sono idrorepellenti e ottimi sia per la corsa sia per passeggiate o palestra) e scarpe da ginnastica ideali sia per la corsa sia per la ginnastica.

Io uso questo, acquistato su Amazon.

Non sono solo per la corsa ma possono essere di quadruplice utilizzo. Hanno ampie tasche per contenere quello che più serve e possono essere usati sia in campeggio sia in escursione sia corsa o palestra.

Le scarpe sono un punto più dolente. In viaggio, specialmente con lo zaino, non è facile avere tante scarpe con sé e le scarpe per correre vengono spesso sacrificate. Purtroppo a volte è necessario fare delle scelte e la mia è stata portare con sé un solo paio di scarpe da poter usare sia per le camminate sia per la corsa. Certo, dopo l’utilizzo, sarà meglio trovare il modo di correre ai ripari in caso di forti odori soprattutto se abbiamo deciso di dormire in tenda e non siamo soli. Io corro da un po’ e mi trovo benissimo con le Asics A3, sia per camminare sia per correre. Ecco il modello che uso :

             
Correre in un Paese straniero è ancora più bello se utilizziamo un’app che tracci i nostri passi, chilometri e percorsi. Qualora decidiate di correre con il vostro telefono sarà necessario avere una fascia per sorreggerlo e degli auricolari bluetooth per ascoltare buona musica.

                                 

All’inizio io ero molto scettico sull’utilizzo degli orologi per la corsa. Non li credevo utili e mi sembravano un’assurda spesa non giustificata. Una volta poi un mio amico me ne ha prestato uno. L’ho comprato il giorno dopo e da allora non ne posso fare a meno. Intanto un buon orologio vi darà un’idea sensata dei passi e dei km percorsi in viaggio. I programmi dedicati degli orologi migliori sono molto più precise di quelle per i telefoni e raccoglieranno, dettagliatamente, non solo le info sul dove siete ma anche altri dati fondamentali come battito cardiaco, picco, velocità eccetera.  E’ importante che l’orologio da corsa sia almeno di media qualità. Lasciate perdere gli orologi che promettono funzioni cardio e gps al costo di 20 euro. Ne ho provato uno e come minimo avrei dovuto immediatamente farmi vedere da un cardiologo in quanto i miei battiti erano praticamente quelli di un cavallo durante il Palio di Siena. Non amo particolarmente nemmeno gli orologi dotati di notifiche. Per un’ora di corsa possiamo anche fare a meno del telefono, non credete ? Ecco alcuni dei migliori orologi per corridori.